22 FEB 2011 // Ore 21:30

QUATTRO&QUARANTA

Acustico genere anni '80 e non

Simone Giannaccari chitarra acustica

Max Sestu-chitarra e voce

 

Il nome Quattroequaranta arriva dalla nota di LA che nella musica è considerata un riferimento universale e la cui frequenza è fissata a 440hertz.

Sotto questo nome, Simone Giannaccari (chitarra) e Stefano Guizzo (voce e chitarra), nel 2001 hanno dato inizio ad una collaborazione molto proficua che li ha visti protagonisti di centinaia di eventi musicali quali concerti nei locali e piazze del Nord Italia in tal caso suonando anche per il cantante Beat Maurizio Vandelli.Da ormai due anni il cantante-chitarrista del duo è Max Sestu che per via delle sue origini ha portato una "ventata di Sardegna" nella formazione.Le sonorità dei Quattroequaranta sono fortemente "chitarristiche" e i due musicisti propongono rivisitazioni acustiche di brani di svariate epoche gravitando sempre però attorno agli anni '80 che hanno fortemente segnato la loro cultura musicale: Max e Simone durante le loro performance passano con disinvoltura da Louis Armstrong in versione "bossa" ai Dire Straits piuttosto che a lunghe "cavalcate funk" con Prince.

 

SIMONE GIANNACCARI

In circa 16 anni di attività professionale suona migliaia di volte davanti alle platee di locali, piazze, stadi, palasport ed in studio con le sue band, Maurizio Vandelli, Franco Oppini, Nino Frassica,Gianluca Grignani, Alberto Fortis ed il cantautore bergamasco Il Bepi.

 

MAX SESTU

Da vent'anni Max scrive, arrangia e suona i suoi pezzi che esegue anche durante il Tim Tour nel 2005: collabora con i comici Pino e gli anticorpi (Colorado Cafè) ed il Mago Forrest. Max suona anche per una stagione nel locale egiziano di Umberto Smaila e nel 2007 è il corista e secondo chitarrista di Gianluca Grignani durante il suo tour.etails here

Please reload